L’esperto risponde: è possibile leggere centinaia lupus eritematoso sistemico pdf domande con le rispettive risposte. Il sito è gestito dal Prof.

Riccardo Rondinone della Cattedra di Reumatologia dell’Università di Padova. Siamo convinti che la conoscenza aiuti a combattere pregiudizio, ansie, timori ingiustificati e contribuisca a far acquisire al malato un atteggiamento più attivo e partecipe nella cura della propria malattia. Dopo la formazione liceale svolta presso l’Istituto Massimiliano Massimo, è risultato vincitore del concorso per l’ammissione alle facoltà di Medicina dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e dell’Università di Roma Tor Vergata ove ha poi conseguito la Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia. L’attività di ricerca è documentata da oltre 130 pubblicazioni in extenso su prestigiose riviste nazionali ed internazionali di cui è autore e co-autore, nonché da capitoli in libri e trattati.

International Congress on Autoimmunity come miglior giovane under-40, premio conferito su base curriculare. Fa parte, fra gli altri, dell’Editorial Board del World Journal of Immunology, e di Autoimmunity Reviews. Ha partecipato, come medico sperimentatore, a studi clinici di fase III, controllati, randomizzati, in doppio cieco, multicentrici. Inoltre, ha partecipato in qualità di relatore e moderatore a numerosi corsi, seminari e congressi a carattere nazionale ed internazionale. Il XLIX Congresso Nazionale della Società Italiana di Reumatologia si è tenuto a Novembre 2012 presso il Mi. Anche quest’anno il congresso ha visto la partecipazione dei principali reumatologi italiani che hanno affrontato le differenti tematiche relative alle malattie infiammatorie.

Inoltre, numerosi giovani ricercatori hanno avuto la possibilità di condividere i loro lavori, presentando risultati estremamente interessanti. Il congresso SIR si è aperto con una interessante sessione dedicata alle raccomandazioni per il trattamento delle malattie reumatiche, fra le quali l’Artrite Reumatoide, di cui si è occupato  il Prof. Fabrizio Conti, responsabile della nostra Lupus Clinic. Il rapporto tra complemento e malattie autoimmuni è per certi versi paradossale.

La misura dell’attività di malattia in pazienti affetti da LES è stato invece il tema di una interessante relazione presentata dal Prof. Come sempre, ampio spazio è stato dato alle nuove terapie che si stanno affacciando nello scenario dei medici che si occupano di LES. Fra le novità più interessanti, il Rituximab, anticorpo monoclonale diretto contro la molecola CD20 espressa dai linfociti B. Questo farmaco, indicato per il trattamento di pazienti con AR, è stato ampiamente utilizzato, come fuori scheda tecnica, anche in pazienti affetti da LES con differenti manifestazioni, con risultati incoraggianti. La nefrite lupica, manifestazione frequente in corso di LES, è stata oggetto di una seconda comunicazione orale, presentata dalla Dott. In questo studio, l’indice PASS è stato applicato per la prima volta in una casistica di pazienti affetti da LES. Infine, nella sessione poster, la Dott.

In particolare, da questo studio emerge come l’incidenza di infezione nasale da Stafilococco Aureo nei pazienti affetti da LES è sovrapponibile ai soggetti sani. L’appuntamento è per il prossimo Congresso della Società Italiana di Reumatologia a Napoli. La Lupus Clinic Nuovamente su Tg2 Medicina 33! Università di Roma Tor Vergata, presso la prestigiosa sede di Villa Mondragone. L’incontro si prefiggeva l’obiettivo di trattare le più recenti nozioni relative alla diagnosi e al trattamento delle principali malattie autoimmuni.

Nella prima parte della giornata l’attenzione è stata rivolta principalmente alle artriti: Artrite Reumatoide, Artrite Psoriasica e Spondiloartriti. Therapeutic Strategy in RA: from the pyramid to treating to target, F. Treatment of patients with comorbidities, R. Il pomeriggio è stato dedicato all’approfondimento delle nuove scoperte nel campo delle connettiviti. Conigliaro ha messo in evidenza la necessità di identificare la presenza di markers precoci di diagnosi per il LES.

Ad oggi i dati disponibili sono numerosi ma non dirimenti. Recenti studi hanno evidenziato la correlazione tra alcuni fattori di rischio e la suscettibilità per lo sviluppo di malattia. Il coinvolgimento è più frequente nei primi 2 anni dalla diagnosi mentre la prevalenza di questa manifestazione si riduce dopo 5 anni. Nefrite Lupica, ha un impatto prognosticamente negativo sulla sopravvivenza dei pazienti affetti da LES. La dottoressa nel corso della presentazione ha riportato i dati relativi alla nostra coorte di pazienti afferenti alla Lupus Clinic.

In particolare queste ultime si mettono in evidenza nel momento decisionale di un’eventuale biopsia renale. Perricone ha trattato il ruolo del complemento nelle patologie autoimmuni, con un’attenzione particolare al LES. Come noto da tempo, il complemento è un elemento essenziale del sistema immunitario coinvolto nei meccanismi di difesa contro numerosi agenti infettivi. Le ultime 2 relazioni hanno avuto come tema principale la Sindrome di Sjögren. Priori ha esposto i nuovi criteri classificativi del 2012 stilati dall’American College of Rheumatology per la diagnosi.

1º dicembre 2012, que resulta em respostas imunes contra as células e tecidos do próprio organismo. American College of Rheumatology, l’uso dell’idrossiclorochina è indicato per le manifestazioni cutanee e articolari del LES. Che prevede l’impiego di Rituximab – sono stati presentati i risultati ottenuti dopo 52 e 76 settimane di trattamento che hanno mostrato una riduzione dell’attività di malattia ed un buon profilo di sicurezza. DR2 e HLA, al quale trial di sperimentazione ha partecipato anche il nostri gruppo. Contenenti corpi ematossilinici, i temi affrontati durante il congresso hanno riguardato la patogenesi, espressione renale di Interleuchina 18 in pazienti affetti da nefropatia lupica. L’indice PASS è stato applicato per la prima volta in una casistica di pazienti affetti da LES. The classification of glomerulonephritis in systemic lupus erythematosus revisited.

News Reporter