Javascript non è abilitato su questo browser. Per utilizzare al meglio tutte le funzioni del sito ti consigliamo esercizi mal di schiena lombare pdf abilitare javascript oppure di visitare il sito con un altro browser.

Javascript non è abilitato su questo browser. Per utilizzare al meglio tutte le funzioni del sito ti consigliamo di abilitare javascript oppure di visitare il sito con un altro browser. Calcola il tuo indice di rischio, cioè le probabilità che hai di soffrire di lombalgia e cervicalgia. Compilandolo potrai conoscere i fattori di rischio a cui sei esposto quotidianamente, per focalizzarli e provare a rimuoverli o almeno ridurli. La presenza di dolore può provocare delle limitazioni nelle attività quotidiane, lavorative e in quelle del tempo libero.

Quanto più il dolore è intenso tanto più può ridurre la funzionalità del rachide e tanto più può provocare disabilità. Per attuare una strategia efficace nel ridurre la lombalgia cronica è bene all’inizio valutare la funzionalità del rachide. Ogni sezione è composta da sei affermazioni che descrivono diversi gradi di limitazione riguardanti la stessa attività. Viene attribuito un punteggio da 0 a 5  in base alla capacità o meno di eseguire i movimenti quotidiani che richiedono la piena funzionalità della colonna vertebrale. Occorre compilare il questionario scegliendo solo una delle risposte contenuta in ogni sezione. Talvolta, è possibile che vi sia più di una affermazione valida: in tal caso si sceglie quella che è più precisa nella descrizione del proprio problema.

I punteggi vengono sommati: essendo 10 le sezioni, il punteggio finale è compreso tra 0 e 50. Naturalmente 0 esprime la piena funzionalità del rachide, cioè l’assenza di disabilità e 50 indica l’assenza di funzionalità e la massima disabilità. I livelli intermedi vengono valutati nel modo seguente. Il Back Disability Index costituisce uno strumento utile sia all’inizio per una efficace programmazione sia nei controlli successivi per verificare i miglioramenti ottenuti. La riduzione del punteggio di disabilità è una conferma dei progressi ottenuti seguendo con impegno e costanza il programma della Back School. Per la cervicalgia viene utilizzato il Neck Disability Index. Il messaggio della Back School è efficace quando è ben recepito e messo in pratica nella vita quotidiana.

La seguente scheda personale riassume gli obiettivi fondamentali da raggiungere per ridurre il proprio punteggio LIR e CIR. Come si può osservare sono elencati una serie di obiettivi per ognuno dei sei cardini su cui è basato il programma della Back School. Man mano che l’insegnante propone un esercizio si accerta che il suo allievo lo esegua bene e, quando lo ha automatizzato, lo segnerà sulla sua scheda personale come conferma dell’obiettivo raggiunto. Più importante della riduzione del dolore è il miglioramento delle capacità funzionali e della capacità lavorativa perché quando migliorano le qualità fisiche di base diminuisce la percezione del dolore e si riduce la possibilità di ricadute. Nel passare in rassegna gli obiettivi proposti appare evidente che alcuni sono semplici e immediati, altri potranno essere raggiunti con un allenamento graduale e costante, altri ancora sono più impegnativi perché richiedono un cambiamento delle abitudini di vita. L’allievo diventa così responsabile e insiste sugli esercizi più utili per colmare le sue carenze ed effettuare i giusti compensi. Ecco quali esercizi base del Metodo Pilates possono contribuire ad un maggior benessere della nostra vita quotidiana.

Capita spesso sentir dire che la postura di ognuno di noi è complice di eventuali fastidi, dolori o patologie: tutti elementi che rendono più faticoso il vivere quotidiano. Anche la capacità di respirare, soprattutto in modo non convenzionale, piuttosto che saper controllare i singoli muscoli del nostro corpo ci aiuta a muoverci più correttamente e ad evitare malesseri. Fra le discipline che ci aiutano in questo percorso di benessere ritroviamo anche il Metodo Pilates. Una disciplina in parte figlia dello Yoga e delle discipline orientali in generale. Elemento fondamentale del metodo è l’utilizzo della mente per il controllo dei muscoli. Il programma di esercizi si concentra sulla muscolatura impegnata nella postura del corpo, che deve essere equilibrata e soprattutto di aiuto alla armonizzazione della colonna vertebrale, rinforzando i muscoli del piano profondo del tronco, molto importanti per aiutare ad alleviare e prevenire mal di schiena.

Con questo metodo di allenamento non si rinforzano solo gli addominali ma anche le fasce muscolari più profonde, quelle vicino alla colonna e intorno alle pelvi. Il punto cardine del metodo è la tonificazione e il rinforzo del Power House, cioè tutti i muscoli connessi al tronco: l’addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare. L’efficacia dell’allenamento con il metodo di Pilates è dovuto essenzialmente al coinvolgimento della mente chiamata a plasmare il corpo. In un allenamento tradizionale si tende ad allenare sempre le fasce muscolari più grandi trascurando i muscoli più piccoli. Il risultato è un corpo squilibrato che aumenta la possibilità di traumi e aumenta le probabilità di soffrire di mal di schiena. Il metodo di Pilates, invece, rinforza tutti i muscoli del corpo.

Tutti i muscoli si sviluppano in maniera uniforme, modificando piacevolmente lo svolgimento sia delle attività quotidiane che di quelle sportive. Il metodo di Pilates stimola la relazione fra corpo e mente concentrando l’attenzione sulla corretta respirazione, sull’allineamento della colonna e della pelvi. Con la concentrazione si ottiene la consapevolezza di ogni singolo movimento e di ogni singolo muscolo interessato, aumentando così il controllo dei movimenti. Nel metodo di Pilates la qualità del movimento è più importante della quantità delle ripetizioni. L’attenzione posta nella respirazione diventa essenziale in quanto aiuta ad eseguire ogni movimento con forza ed efficienza, riducendo stress associato ad una respirazione non corretta. I campi di applicazione del Metodo Pilates spaziano dal fitness, per il semplice mantenimento del benessere fisico, al campo specialistico della riabilitazione ortopedica, attraversando la complementarietà all’allenamento sportivo, alle necessità dei professionisti che devono mantenere posture difficili durante le ore di lavoro o all’integrazione della preparazione dei ballerini.

L’estrema versatilità del metodo Pilates lo rendono unica nel suo genere. Il cibo nutre o danneggia il nostro organismo? Please forward this error screen to sharedip-16662651. Casistica posturologica e riabilitativa Alcuni esempi “Le nostre potenzialità  superano normalmente la nostra immaginazione” La casistica del metodo TIBodywork conta ormai ben più di 2.

News Reporter